Teatro La Fenice
 Archivio storico

Ricerca in tutto l'Archivio
Autore del testo letterario
Piave Francesco Maria
Murano (Venezia), 18 Maggio 1810 - Milano, 5 Marzo 1876
Compositore
Verdi Giuseppe
Roncole di Busseto (Parma), 10 Ottobre 1813 - Milano, 27 Gennaio 1901

Il Corsaro

opera in tre atti (sc 5, 10, 9) di Francesco Maria Piave, musica di Giuseppe Verdi
Luogo di rappresentazione: Venezia, Teatro La Fenice
Data : Sabato 12 Febbraio 1853, ore 20:00
Stagione: Stagione di Carnevale-Quaresima
Prima assoluta: Trieste, Teatro Grande, 25.X.1848
Tratto da: The Corsair, di George Byron
PersonaggiInterpreti
1. Corrado
     Capitano dei Corsari
Lodovico Graziani 
2. Giovanni
     Corsaro
Andrea Bellini 
3. Medora
     giovine amante di Corrado
Maria De Gianni Vives 
4. Gulnara
     schiava prediletta di Seid
Fanny Salvini Donatelli 
5. Seid
     basciá di Corone
Felice Varesi 
6. Selimo
     agá
Angelo Zuliani 
7. Eunuco Nero Giuseppe Tona 
8. Un schiavo Placido Meneguzzi 
9. Anselmo
     corsaro che non parla
N. N. 
Responsabili 
Costumista Salvatore De Maria 
Costumista Luigi Quinziato 
Costumista Elena Perelli 
Maestro concertatore Carlo Ercole Bosoni 
Libretto:

Il Corsaro. Poesia di F. M. Piave musica di Giuseppe Verdi Cavaliere della Legion d'Onore. Da rappresentarsi nel Gran Teatro La Fenice Il Carnovale 1853, Milano, Francesco Lucca, 31 pp., 17,5 x 11 cm.


Mutazioni di scene:

I.1: L'Isola dei Corsari nell'Egeo. Seno di mare circondato da erti scogli che ne lasciano vedere l'ampiezza. - Scorgesi in lontano sopra più alta rupe scoscesa una massiccia torre quadrata di architettura bisantina. - Tra gli scogli a sinistra veggonsi capanne e grotte rifugio de' Corsari. I.4: Stanze di Medora nella vecchia torre, con verone verso il mare. II.1: Stanza deliziosa nell'Harem di Seid. II.3: Magnifico chiosco in riva al porto di Corone, che vedrassi occupato dal navile musulmano illuminato e messo a festa - A sinistra dello spettatore vedrassi parte del serraglio pure splendente di faci. - Alla destra avvi una tenda con sotto le mense apprestate. III.1: Stanza di Seid. III.5: Interno d'una torre. Di fronte una porta chiusa che mette al mare: presso ad essa un balcone con grosse inferriate. A sinistra dello spettatore porta con cancello che guida alle gallerie superiori del Serraglio. Da un lato è un duro giaciglio. III.9: Spiaggia del mare come nell'atto primo. Si vedrà una nave ancorata.


PRIVACY  |  COOKIE POLICY  |  PERSONALIZZA COOKIES
©2004/2022 - Teatro La Fenice - P.IVA 00187480272 - Tutti i diritti riservati Fondazione Teatro La Fenice - San Marco 1965 - 30124 Venezia